I progetti del GAL

La progettualità del GAL si sviluppa secondo alcuni filoni principali:

 

1. COOPERAZIONE LEADER

Nel periodo di programmazione LEADER 2007-2013 il GAL GardaValsabbia ha partecipato a tre progetti di cooperazione con altri GAL italiani ed esteri:

 

2. AGENZIA DI SVILUPPO DEL TERRITORIO

Oggi il GAL è anche un’agenzia di sviluppo, strumento e motore delle politiche di crescita del territorio, punto di riferimento per la costruzione di collaborazioni e sinergie finalizzate allo sviluppo rurale partecipato.

 

3. EXPO 2015

In vista della grande Esposiozione Universale che verrà ospitata nel 2015 a Milano, il GAL ha attivato il progetto Terra tra i due laghi EXPO, con un duplice obiettivo:

- Coordinare e mettere in connessione e far conoscere le iniziative promozionali sostenute negli anni dal finanziamento Leader sul territorio Garda Valsabbia;

- Attivare un percorso preparatorio di marketing territoriale

1. I PROGETTI DI COOPERAZIONE

DES - Distretto di Economia Solidale

Un tema di grande rilievo per lo sviluppo locale sono le produzioni di Alto Garda e Valle Sabbia. Il progetto che le vede al centro è stato presentato da GAL lombardi (oltre al GardaValsabbia, Oltrepo Mantovano – Capofila, Oglio PO terre d’acqua, Valtellina, Lomellina, Golem, Colline Moreniche del Garda), con il nome di “DES Distretto di Economia Solidale – Innovazione e partenariato per la valorizzazione del sistema agro-alimentare artigianale locale”. Il progetto ha un sito www.deslombardia.it.

Prodotti tipici, biologici e di qualità sono organizzati in un modello innovativo che li avvicina a nuove opportunità di mercato. A partire da mense locali e Gruppi di Acquisto Solidale, viene promosso il consumo del buono, fresco e genuino.

Il progetto DES è concluso, vai alla guida ai produttori

 

Green Line – i GAL promotori della qualità nel turismo rurale

Attraverso il progetto “Green Line”, i territori che si sviluppano attorno ai laghi Garda, il Balaton (Ungheria), Iseo, Idro, e Ledro si sono uniti in un’iniziativa unica nel suo genere: organizzare una strategia di sviluppo turistico dove la ruralità (con i suoi prodotti locali, la bellezza ambientale, le tradizioni...) si integra con l’offerta turistica tradizionale costiera.
Capofila è il GAL GardaValsabbia, insieme ai lombardi GAL Colline Moreniche del Garda, GAL Gölem al GAL veneto Baldo Lessinia, al GAL ungherese Balaton Uplands Action Group e al GAL francese  Pays Adour Landes Océanes. Un lavoro che coinvolge per ciascun territorio diverse realtà: partner trentini (Comunità Alto Garda e Ledro, InGarda Trentino SpA), partner lombardi (Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano, Comunità Montana di Valle Sabbia, Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste di Lombardia, Consorzio Garda, Comunità del Garda, Associazione Colline Moreniche del Garda, Distretto rurale Franciacorta Sebino Valtrompia, Coldiretti Brescia), partner veneti (Comunità Montana del Baldo,… ), partner ungheresi (l’Agenzia per il Coordinamento dello Sviluppo del lago Balaton).

Vai al sito www.gardagreentourism.eu e seguici sulla nostra pagina facebook

 

 

LANDsare - Architetture di paesaggio

Il paesaggio è protagonista del progetto di cooperazione denominato “LANDsare Architetture di paesaggio nelle aree rurali europee: un nuovo approccio al disegno dello sviluppo locale”, di cui il GAL è partner insieme ad altri GAL lombardi (GAL Oglio Po terre d’acqua, capofila; GAL Oltrepo Mantovano, GAL Valcamonica Valdiscalve), a un GAL scozzese e un GAL tedesco. Gli interventi del GAL GardaValsabbia sono focalizzati sui Green Jobs, vale a dire sulle opportunità occupazionali collegate al tema della gestione multifunzionale delle risorse forestali e ambientali. Il modulo locale del GAL GardaValsabbia prevede l’attivazione di un gruppo di lavoro multidisciplinare sul tema, con l’attivazione di seminari e incontri di animazione territoriale.

Il progetto landsARE è concluso, vai alla pubblicazione finale

 

VAI AGLI APPROFONDIMENTI SUL SINGOLO PROGETTO

COOPERAZIONE TRA GAL LEADER 2000-2006

Nella programmazione Leader+ il GAL ha realizzato 4 progetti di cooperazione.

Capacità e tradizioni rurali: l’utilizzo del legno

Vie d’acqua del Nord Italia – L’acqua nella terra tra i Due laghi

Valorizzazione della cultura locale: la flora

Valorizzazione del turismo rurale minore

I progetti hanno consentito di realizzare interventi di interesse territoriale e sviluppare partenariati ancora attivi nell’attuale programmazione.

DES - Progetto di Cooperazione Transnazionale Leader 2007-2013 - PSR Misura 421

PUNTO DI INCONTRO FRA PRODUTTORI E CONSUMATORI

Lo scopo del progetto DES è permettere ai produttori locali di incontrare le principali realtà di consumo organizzato attive a livello locale. Esistono infatti segmenti di mercato locale (dalle caratteristiche le più varie) che risultano ad oggi poco praticati dai nostri produttori. Attraverso DES si vorrebbe promuovere la reciproca conoscenza fra domanda ed offerta, vagliando le criticità e le potenzialità dei vari segmenti di mercato: mense collettive (RSA, asili) Gruppi di Acquisito Solidale (GAS) e ristorazione.

Nell'ambito del porogetto sono attualmente in corso sul territorio incontri locali con i produttori e i consiumatori (di cui verrà dato puntualmente avviso pubblico in newsletter e nel sito del GAL) ed una mappatura della domanda e dell’offerta di prodotti agricoli, prerequisito per la realizzazione di qualsiasi iniziativa che abbia per scopo sostenere la commercializzazione dei prodotti locali.

Scarica la scheda di progetto

MAPPA DEI TERRITORI DI PROGETTO

GREEN LINE - Progetto di Cooperazione Transnazionale Leader 2007-2013 - PSR Misura 421

Elemento saliente del progetto di cooperazione transnazionale Green Line è il tentativo di consolidare definitivamente il già esplorato legame tra la ruralità e la porzione di turismo definito come sostenibile o responsabile. In altre parole, si individua la sensibilità "green" come linea privilegiata per lo sviluppo dei territori rurali contigui ai due grandi Laghi intorno ai quali il progetto è nato (il Garda e il Balaton), sia in termini di potenziamento, valorizzazione e sistematizzazione dell'offerta di servizi (rivolti tanto al turismo che alla popolazione residente), sia nella creazione di partnership e reti, sul territorio e a livello internazionale. Il progetto nasce infatti dal presupposto che questi territori condividano problematiche e potenzialità e che si debba quindi ragionare in una logica di cooperazione per poter definire le migliori strategie di sviluppo e per attuare economie di scala tali da ottimizzare le risorse messe in campo.

Il progetto prevede un risultato tangibile ed immediatamente fruibile che si sostanzierà in un Catalogo guida dell'offerta coordinata Green per tutti i territori di progetto. E' attualmente in corso in tutti i territori la mappatura delle attività e dei servizi che potranno essere inseriti a catalogo.

L'area interessata dalla sperimentazione comprende attualmente, per l'Italia, i territori rurali e montani circostanti il Lago di Garda, all'interno di tre regioni limitrofe (la Lombardia, il Trentino Alto Adige e il Veneto) e di quattro Provincie (Brescia, Mantova, Trento e Veron). Per l'Ungheria, i territori rurali della sponda nord del Lago Balaton, il più esteso bacino di acqua dolce dell'Europa Centrale. I soggetti promotori del progetto sono 19  fra agenzie di sviluppo rurale, Istituzioni del territorio, operatori turistici e delle produzioni locali - mentre è molto più vasta la rete di collaborazione "Green Line Network" territoriale che fin dall'inizio ha preso forma, aprendo la partecipazione ad altri enti (nazionali e internazionali), istituzioni, operatori interessati e qualificati per rendere ancora più efficaci le azioni e gettare le basi per la loro prosecuzione anche dopo la conclusione della fase sperimentale.

Scarica qui la scheda di progetto

GREEN LINE-IL VIDEO E I MATERIALI

Visualizza i materiali della Conferenza di avvio del progetto (Dicembre 2012)

Di seguito è possibile scaricare il video e una prima sintesi della conferenza di avvio del progetto

Per visionare gli interventi dei relatori, scarica i documenti allegati.

AllegatoDimensione
green_employment_green_economy_etezza.pdf1.97 MB
green_line__2012_12_12_presentazione1.pdf1.93 MB
green_line___2012_12_12_presentazione2.pdf107.09 KB

MAPPA DEI TERRITORI DI PROGETTO

AllegatoDimensione
mappa_green_line_inglese_france-01.pdf1.96 MB

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO_depliant

Vuoi conoscere meglio il progetto?

Ti piacerebbe farne parte?

Scarica la brochure di presentazione in allegato

AllegatoDimensione
depliant_greenline_stampa.pdf1018.07 KB

L'OFFERTA GREEN LINE_Brochure

Scarica la brochure che presenta una panoramica dell'offerta "verde" proposta dai territori che aderiscono a Green Line!

AllegatoDimensione
brochure_greenline_def_bassa.pdf1.4 MB

LANDSARE - Progetto di Cooperazione Transnazionale Leader 2007-2013 - PSR Misura 421

I partner di progetto - alcuni GAL lombardi, un GAL tedesco e un GAL scozzese - condividono il presupposto secondo il quale il paesaggio costituisce una delle poche risorse veramente adeguate ad una prospettiva di sostenibilità e di miglioramento complessivo della qualità della vita, considerando il paesaggio come una essenziale chiave interpretativa e progettuale dei territori interessati dal progetto.

La cooperazione avviene interrogandosi sullo stessa questione: “come identificare gli elementi che caratterizzano il paesaggio di una determinata area? Come è possibile valorizzare tali elementi caratterizzati secondo un approccio di sviluppo locale integrato?”. Territori diversi che tentano di dare risposte alle stesse domande.

Il progetto locale del GAL GardaValsabbia si inserisce nella tematica di cooperazione identificando le architetture vegetali come elemento di paesaggio e di promozione dei territori rurali. In particolare, si concentra sulle valenze e sulle opportunità di utilizzo multifunzionale del bosco per lo sviluppo locale integrato, per la valorizzazione e conservazione del paesaggio e per un approccio più consapevole alla progettazione dello sviluppo rurale.

 

Scarica qui la scheda di progetto

MAPPA DEI TERRITORI DI PROGETTO

QUADERNO LA FABBRICA DEL BOSCO

Sfoglia il catalogo

Scarica il catalogo in allegato

AllegatoDimensione
relazione_stato_dellarte_low_print.pdf25.31 MB

2. AGENZIA DI SVILUPPO DEL TERRITORIO

 Il Gruppo di Azione Locale GardaValsabbia è nato per promuovere l'avvio di nuove iniziative economiche e favorire la valorizzazione delle risorse umane e materiali del territorio.

Si fonda sulla collaborazione tra enti pubblici, imprenditorialità privata e associazionismo.

In questo senso il GAL è anche - sempre di più - agenzia di sviluppo rurale, strumento, motore e punto di riferimento per la costruzione di collaborazioni e sinergie finalizzate allo sviluppo rurale partecipato.

 

                           Il territorio di influenza del GAL

MONTAGNA VENETA 2020

In collaborazione con il GAL Baldo Lessinia, il GAL GardaValsabbia collabora al progetto "Montagna Veneta 2020", in particolare coordinando la fase di concertazione con i portatori di interesse.

Con questo progetto il GAL GardaValsabbia mette a disposizione la propria esperienza e la propria competenza a supporto del processo di concertazione locale avviato dal confinante GAL Baldo Lessinia nell’ambito della strategia a supporto dello sviluppo della montagna veneta. Si intende quindi portare un contributo alla realizzazione concreta degli obiettivi condivisi nel Protocollo d’Intesa sottoscritto dai GAL Montani del Veneto nel gennaio 2013 (Pedavena, 11 gennaio 2013).

3. EXPO 2015

IL progetto promosso dal GAL GardaValsabbia verso EXPO 2015 si propone di stimolare una maggiore consapevolezza dei portatori di interesse locale (soggetti pubblici e privati – operatori dei settori agricolo, turistico, ricettivo, sociale) circa le risorse e le potenzialità del territorio e delle attività di turismo rurale tra Garda e Vallesabbia, per facilitare la partecipazione – coordinata e integrata - del territorio a EXPO Milano 2015.

In particolare, ci si attende di produrre un impatto nel breve-medio termine relativamente a tre aspetti:

- Cultura dell’accoglienza: rafforzamento dell’ospitalità nei paesi montani /INDICATORI: incremento del numero di posti letto e l’attività di b&b e affittacamere e quindi delle opportunità occupazionali nelle aree rurali e montane.

- Coordinamento dell’offerta di turismo green: /INDICATORI potenziamento e consolidamento di interventi coordinati per l’offerta integrata turismo/agricoltura.

- Promozione coordinata dei servizi turistici dell’area: /INDICATORI promozione organizzata e coordinata dei servizi al turista che diverse realtà del territorio hanno già attivato (es. attività di accompagnamento e assistenza al turista).

 

Scarica qui la scheda di progetto.

 

In allegato trovi una serie di pannelli esplicativi che ripercorrono la storia di EXPO e i temi centrali dell'edizione 2015.

 

All'interno di questo progetto il GAL ha inoltre attivato Terra! Festival dei Territori rurali, vai al sito dedicato o seguici sulla nostra pagina facebook

 

 

In allegato la presentazione dettagliata dei progetti EXPO attivati dal GAL

PANNELLI ESPLICATIVI

Scarica i pannelli esplicativi realizzati dal GAL GardaValsabbia che ripercorrono gli obiettivi del progetto, le tappe salienti della storia delle Esposizioni Universali e i temi chiave di EXPO 2015.

AllegatoDimensione
pannello_1___titolo.pdf910.89 KB
2_pannello_-_storia_expo-01.jpg24.14 KB
3_pannello_-_tema_expo-01.jpg26.08 KB
4_pannello_-_masterplan-01.jpg26.51 KB
5_pannello_-_opportunita-01.jpg41.9 KB
6_pannello_-_buone_pratiche-01.jpg31.43 KB

PRESENTAZIONE PROGETTI EXPO

Presentazione dei Progetti EXPO FEstival dei Territori ed EXPO YEP (11 marzo 2014)

AllegatoDimensione
presentazione_progetti_expo_11_marzo.pdf1.16 MB